10 priorità per l’Europa: La Commissione europea Juncker due anni dopo- L’approfondimento di Europe Direct Frosinone

 

A distanza di un anno dall’edizione pilota del 2015, a fine 2016 Europe Direct Frosinone è tornato a curare  la rubrica Pillole di attualità europea  - 10 priorità per l’Europa: La Commissione europea Juncker due anni dopo - ospitata dal quotidiano locale L’Inchiesta, con l’intento di realizzare un sintetico bilancio dei primi due anni di attività della Commissione europea a guida Juncker. Il fine ultimo è stato quello di catturare l’attenzione dei lettori sull’operato di un’Istituzione che lavora al servizio dei cittadini, evidenziando una serie di successi conseguiti nell’ambito delle dieci priorità su cui i Commissari europei stanno focalizzando la propria attività e che rappresentano le principali sfide, presenti e future, per la nostra economia e la nostra società.

Su ognuna di tali priorità si è provato a rispondere al seguente quesito: “A che punto siamo?”, illustrando le principali iniziative messe in campo finora, con uno sguardo anche agli impegni futuri.

 Il percorso intrapreso si è svolto nel periodo compreso tra il 23 novembre e il 16 dicembre 2016, attraverso due uscite settimanali, per un totale di 8 pubblicazioni. In generale, ogni numero della rubrica è stato dedicato interamente ad una singola priorità; in due occasioni, invece, sono state trattate due priorità all’interno dello stesso articolo. Gli articoli sono stati curati direttamente dal personale del centro, attingendo alle fonti istituzionali dell’Unione europea e riportando di frequente stralci dei discorsi tenuti dai Commissari europei in occasione delle conferenze stampa di presentazione dei vari interventi.

Nel primo numero, poi, quello del 23 novembre 2016, dedicato alla priorità “Rilancio dell’occupazione, della crescita e degli investimenti” e, più specificamente, agli importanti risultati raggiunti fino a quel momento dal Piano di investimenti per l’Europa, (che ne costituisce l’iniziativa chiave), la trattazione ha assunto la forma dell’intervista, grazie al prezioso supporto offerto dalla dott.ssa Micaela Celio, della BEI (Banca Europea per gli Investimenti).

 Per illustrare i punti salienti delle ultime due priorità dell’Esecutivo UE, “Un ruolo più incisivo a livello mondiale” e “Un’Unione di cambiamento democratico, nel numero conclusivo, abbiamo avuto come ospite illustre Piervirgilio Dastoli, Presidente del Consiglio Italiano del Movimento Europeo, indubbiamente una delle voci più autorevoli tra gli esperti di Unione europea, grazie ai numerosi e prestigiosi incarichi ricoperti, a partire da quello di assistente parlamentare di Altiero Spinelli alla Camera dei Deputati ed al Parlamento europeo.

Il calendario delle uscite:

Mercoledì 23 novembre - Priorità 1. Rilancio dell’occupazione, della crescita e degli investimenti. Il Piano di Investimenti per l'Europa -

Venerdì 25 novembre - Priorità 2. Un mercato unico del digitale connesso.

Mercoledì 30 novembre - Priorità 3. Un’Unione dell’energia resiliente con politiche lungimiranti in materia di cambiamenti climatici

Venerdì 2 dicembre - Priorità 4. Un mercato interno più profondo e più equo con una base industriale più solida

Mercoledì 7 dicembre - Priorità 5/Un’Unione economica e monetaria più profonda e più equa e priorità 6 / Un accordo realistico e equilibrato di libero scambio con gli Stati Uniti

Venerdì 9 dicembre – Priorità 7 / Uno spazio di giustizia e di diritti fondamentali basato sulla reciproca fiducia

Mercoledì 14 dicembre – Priorità 8 / Verso una nuova politica della migrazione  

Venerdì 16 dicembre – Priorità 9 / Un ruolo più incisivo a livello mondiale e priorità 10/ Un’Unione di cambiamento democratico.

 

 

Vai all'inizio della pagina
JSN Boot template designed by JoomlaShine.com